Italiano | english | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

  • Giuseppe Biasi, "Teresita" (dettaglio), 1919-1920, Collezione De Montis
  • Sorelle Coroneo, "Fanciulla con fiore nel paesaggio" (dettaglio), anni Trenta, Collezione De Montis
  • Cagnaccio di San Pietro, "I naufraghi", 1934 , Mart, Collezione VAF-Stiftung
  • Fortunato Depero, "Martellatori" (ricostruzione), 1923, Mart

Il Realismo Magico nell’Arte Sarda
La Collezione De Montis

 
Cavalese, Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme
21 dicembre 2019 / 13 aprile 2020
 

Nel centro storico di Cavalese, al Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme, una selezione della più importante raccolta di arte sarda del ’900. In mostra opere e oggetti provenienti dalla Collezione privata del professor Stefano De Montis, unica per ricchezza e varietà di dipinti, sculture, tessuti, argenti e prodotti dell’artigianato sardo.

Questo patrimonio dialoga con alcune opere provenienti dalle Collezioni del Mart di Rovereto. Il dipinto I Naufraghi (1934) di Cagnaccio di San Pietro testimonia la ricerca di uno dei più importanti pittori del ’900, protagonista della stagione del Realismo Magico. Come gli artisti sardi, Cagnaccio rimane sempre legato alla propria terra d’origine (San Pietro in Volta, una piccola isola di pescatori dell’estuario veneziano) e ne trasforma le suggestioni profonde e l’eredità culturale in immagini di valore universale. I celebri Martellatori in legno di Fortunato Depero danno vita a un colloquio con i pupazzi in legno e feltro del sassarese Eugenio Tavolara, tra i massimi esponenti dell’artigianato sardo del secolo scorso.
Il Realismo Magico nell’Arte Sarda inaugura il progetto Galassia Mart, una nuova proposta di mostre e appuntamenti sul territorio per valorizzare il Trentino come sistema museale diffuso.

da un'idea di Vittorio Sgarbi
a cura di Beatrice Avanzi

Comunicato stampa

Comunicato stampa

Scarica